Isolamento Termico: Legge nazionale n.10 del 1991 

Norme per l’attuazione del Piano Energetico Nazionale in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili dell’energia - impone di verificare l’isolamento di pareti murarie e coperture per evitare dispersioni di energia e sprechi. Le fonti considerate rinnovabili sono il sole, il vento, le risorse geotermiche, l’energia idraulica, le maree e la trasformazione dei rifiuti organici e inorganici o di prodotti vegetali. Anche la cogenerazione o il calore di recupero dai fumi di scarico degli impianti termici sono considerate fonti di energia assimilabili alle fonti rinnovabili. La norma obbliga inoltre alla manutenzione degli impianti ed alla emissione di ulteriori norme attuative per la certificazione energetica degli edifici


Le Direttive Europee riguardo isolamento acustico:

 

La normativa europea che riguarda tutti gli operatori del settore, dai progettisti, ai costruttori ed ai produttori di materiali è la Direttiva 89/106/Cee, intitolata "Requisiti essenziali applicabili alle opere e suscettibili di influenzare le caratteristiche tecniche di un prodotto". Si tratta di una legge quadro e pertanto va interpretata come un insieme di linee guida cui si dovranno ispirare le normative nazionali. E' composta da più titoli e il titolo 5 è dedicato al rumore.

 

5. Protezione contro il rumore

 

L'opera deve essere concepita e costruita in modo che il rumore cui sono sottoposti gli occupanti e le persone situate in prossimità si mantenga a livelli che non nuocciano alla loro salute e tali da consentire soddisfacenti condizioni di sonno, di riposo e di lavoro.